FAQ   Dizionario   Newsletter   PRIVACY    IT | EN | ES
Dizionario
Armoniche di corrente: sono onde sinusoidi a frequenza multipla create da un alimentatore elettronico connesso alla rete elettrica (per es. quello contenuto in una lampada a risparmio energetico compatta). Queste “armoniche” hanno effetti negativi sulla forma d’onda sinusoidale della tensione propria della rete elettrica e creano disturbi ad altri apparecchi collegati.

Candela: è l’unità di misura dell’intensità luminosa, l’abbreviazione è cd.

Decadimento del flusso: processo dovuto all’invecchiamento della lampada. Ogni tipo di lampada segue la curva di decadenza del flusso luminoso erogato tipica della sua tipologia ma questa può essere drasticamente gravata da influenze esterne: per es. le ripetute accensioni.

Durata di vita: è la media calcolata da test di laboratorio. Un congruo numero di lampade viene acceso ed alimentato alla tensione nominale: la durata dichiarata si riferisce al tempo intercorso dall’accensione a quando si sono spente la metà più 1 delle lampade sotto test (per es. su 100 lampade, la 51a).

Efficienza luminosa: è il rapporto fra flusso emesso e potenza assorbita: Lm/W. Le lampade ad incandescenza sono poco efficienti in quanto la maggior parte dell’energia assorbita finisce in calore; le lampade a risparmio energetico sono così chiamate proprio perché hanno un alto rapporto fra Lumen e Watt.

Flusso luminoso: iI flusso luminoso  è un flusso energetico pesato con la sensibilità spettrale dell’occhio. Viene misurato in lumen e rappresenta la quantità totale di luce emessa da una sorgente.

Fotometria e radiometria:
entrambe misurano le radiazioni elettromagnetiche ma la fotometria misura quelle che rientrano nello spettro visibile cioè tra 380 e 780nm pesandole secondo la curva di sensibilità dell’occhio umano. La radiometria invece misura le radiazioni elettromagnetiche emesse in tutto lo spettro ultravioletto, visibile e infrarosso.

Intensità luminosa: rappresenta il flusso luminoso emesso in un certo angolo solido. La sua unità di misura è la candela (cd).

Illuminamento: è una grandezza scalare che dà una misura del flusso luminoso intercettato da una superficie e, quindi, della quantità di luce incidente su di essa. La sua unità di misura è il lux, che corrisponde al flusso di un lumen ricevuto da una superficie di un metro quadro.

Lumen: Il lumen è un’unità di potenza luminosa derivata dal Watt tramite la curva spettrale di sensibilità dell’occhio umano in condizioni di visione diurna (fotopica), cioè la potenza elettromagnetica presente in banda visibile, pesata attraverso la sensibilità dell’occhio umano. A parità di lumen, due lampade possono apparire del tutto dissimili. Ciò dipende dalla temperatura di colore: più alta è la temperatura, più ‘luminosa’ sembrerà la lampada anche a parità di flusso emesso.

Lumen dichiarati: nel caso delle lampade fluorescenti, è la quantità di emissione luminosa misurata dopo 100 ore di funzionamento (periodo durante il quale il flusso subisce un forte calo iniziale per poi stabilizzarsi).

Ra: Indice di Resa Cromatica è riferimento della resa cromatica: le lampade ad incandescenza hanno un Ra = 100 in quanto hanno lo spettro più ampio, in grado di restituire tutti i colori. I tubi al trifosforo Duralamp hanno una resa superiore a Ra 85.

Resa Cromatica: La resa cromatica di una sorgente luminosa è il modo con cui questa rende l’apparenza del colore degli oggetti in confronto con quello generato da una sorgente di riferimento.

Temperatura di colore:
È il termine usato per quantificare la tonalità della luce generata da una sorgente luminosa e si misura in gradi kelvin, K.Il motivo per cui si chiama ‘temperatura’ è perché deriva dalla misurazione in gradi di calore necessari a riscaldare un corpo nero teorico, detto radiatore: con l’aumentare della temperatura il corpo nero cambia colore diventando prima rosso poi giallo etc..

Temperatura correlata di colore: è la relazione fra il colore percepito della luce e la temperatura di colore come descritta alla voce ‘Temperatura di colore’. In pratica, solo le sorgenti a filamento hanno esattamente la stessa emissione luminosa del corpo nero ideale: il colore della luce di tutti gli altri tipi di sorgente viene definito per ‘correlazione’ e comunque sempre indicato in gradi kelvin, K.

P.I.: 03312240488
copyright Duralamp spa. All rights reserved.